ATALANTA – ROMA LA FINALE DEL IX MEMORIAL PREVIDI

 Roma in finale con l’Atalanta, partita in programma domani mattina alle 10 allo stadio Zanti di San Michele

 Traore incanta e l’Atalanta vola in finale

 

Atalanta 4

Lokomotiv Mosca 0

Marcatori: Carrà 9 pt, Manfredi 18 pt e 11 st, Traore 26 st

Atalanta: Pisoni, Viviani, Panada, Ruggeri, Berbali, Sibide, Manfredi, Traorè, Roma, Mallamo, Carrà. A disposizione: Rodeghieri, Marcaletti, Renault, Beugre, Polloni, Perego, Meraglia, Lozza. Allenatore: Bosi

Lokomotiv Mosca: Kasyanenko, Poliakh, Aleksandrov, Ushanin, Turishcev, Borisenko, Kakhramanov, Shchetinin, Makeev, Mukhin. A disposizione: Sholokh, Karpukas, Kahlynov, Morozov, Nikitin, Shmarov. Allenatore: Leonov

Arbitro: Sponza, assistenti Tatti e Troiano di Modena

Note: l’Atalanta accede alla finale, in programma domani alle 10 a San Michele. Ammonito Morozov

 

Il Lokomotiv gioca una buona gara ma l’Atalanta ha tecnica, freddezza e giocate da primi della classe. A dare prova di quanto scritto ci pensa Carrà: il possente attaccante nerazzurro prende palla, si porta in area mostrando un buon dribbling e sigla la rete del vantaggio dopo appena nove minuti. Palla sul secondo palo, conclusione perfetta e 1-0. Dieci minuti dopo raddoppia Manfredi, con una rovesciata ravvicinata che si insacca sul primo palo. Atalanta che gioca palla a terra e non si scompone, russi costretti a rincorrere e a ripartire senza però mai trovare la via della porta. Leggero e senza paragoni il solito Traore, seconda punta che incantò il comitato organizzatore anche nella scorsa edizione. Il fantasista è l’ultimo prodotto della cantera bergamasca, numero dieci di grandissima qualità. Fine primo tempo: 2-0 per i campioni in carica.

Nella ripresa la musica non cambia: affondo di Traore che decide di innestare la quarta, palla in profondità sulla destra, cross morbido al centro che Manfredi deve solo deviare in rete. Facile facile. Tre a zero per l’Atalanta.

 

Una Roma di grande qualità ottiene il pass per la finale

 

Roma 3

Sassuolo 0

Marcatori: Tueto Fotsa 5 pt e 2 st, Bove 18 st

Roma: Turato, Tomassini, Calafiori, Ciucci, Buttaro, Tripi, Bamba, Bove, Tueto Fotso, Milanese, Zalewski. A disposizione: Rossi, Muteba, Moricelli, Suffer, Astrologo, Agostinelli, Travaglini, Carlucci, Cierva. Allenatore: Piccareta

Sassuolo: Vitale, Crotti, Monticelli, Simonetta, Grumo, Piccinini, Oddei, Aucelli, Behiratche, Micheal, Battaglia. A disposizione: Luglio, Sartori, Lazzaretti, Uni, Galli, Poligani, Fosu, Barani, Cannavaro. Allenatore: Turrini

Arbitro: Lauri, assistenti Trico e Di Maio

 

Partita di grandissimo livello tra due settori giovanili dal prestigio indiscusso. La Roma parte col piglio giusto e trova il gol su una grave disattenzione della difesa neroverde: retropassaggio lento al portiere, Tueto Fotsa capisce tutto e si impossessa del pallone per poi siglare il più classico dei gol di rapina. Dopo il vantaggio però la Roma rallenta e il Sassuolo si porta con insistenza nella metà campo giallorossa, senza però trovare la via del gol. Intervallo con la Roma in vantaggio per 1-0. Nella ripresa i capitolini prendono il largo: Tueto Fotso segna il gol del 2-0 e Bove, bravo a portarsi in pressing alto, ruba palla e segna il gol del definitivo 3-0. Roma in finale con l’Atalanta, partita in programma domani mattina alle 10 allo stadio Zanti di San Michele.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*