La premiazione

', layer: '

IMG_3032

Canon EOS 7D at 24mm and f/14, 1/250sec, ISO 400

'} ];

La premiazione è il momento che crea un bivio per il Memorial Previdi.

Da una parte c’è sicuramente voglia di poter assistere alla gioia e alla felicità della squadra vincitrice del torneo; è sempre emozionante per la famiglia Preividi, e per il comitato organizzativo, guardare con ammirazione i giocatori alzare la coppa al cielo e urlare a squarcia gola per questa importante vittoria.

Dall’altra si innescano diverse emozioni che fanno capire quanto splendida e gloriosa possa essere questa manifestazione; in tre giorni di Memorial c’è il lavoro di persone che dedicano praticamente un anno per realizzarlo nel migliore dei modi, senza tralasciare nessun dettaglio.

Terminata la cerimonia la famiglia di Nardino si riunisce e ripensa a tutti i bellissimi istanti passati con il direttore, non solo calcistici ma anche periodi trascorsi quotidianamente, nella vita di tutti i giorni. Questo particolare lo si rivede anche durante la manifestazione, che la rendono unica e inimitabile.

L’assegnazione dei premi ha visto come quarta classificata il Parma F.C., come terza la Juventus F.C., al secondo posto l’A.S. Roma e la vincitrice dell’edizione l’A.C. Milan. La categoria premi speciali ha visto come protagonisti Crisanto Andrea (A.S.Roma) miglior portiere, Arras Riccardo (Juventus F.C.) miglior giocatore, Agnero Cristian (A.C.Milan) capocannoniere, Cabrini Davide (Parma F.C.) premio far play e Monguzzi Riccarrdo (A.C.Milan) miglior allenatore.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*